Giro delle Sette Chiese

15/01/2018

Un itinerario classico, di 20 km a piedi. "Il giro delle sette chiese" è una tradizione religiosa che risale al 1540, quando San Filippo Neri la avviò come manifestazione di devozione cristiana espressa con il pellegrinaggio dei fedeli verso le sette basiliche più antiche e importanti di Roma: 1-San Pietro 2-San Paolo 3-San Sebastiano * 4-San Giovanni in Laterano 5-Santa Croce in Gerusalemme 6-San Lorenzo Fuori le Mura 7-Santa Maria Maggiore *( Madonna del Divino Amore dal Giubileo del 2000 ha sostituito quella di San Sebastiano fuori le mura).

QUEST'ANNO UNICA DATA 11 Maggio 2018 La partenza alle 19.30 da SANTA MARIA IN VALLICELLA – CHIESA NUOVA L’arrivo è per le 7.00 / 8.00 di SABATO 12 Maggio alla Basilica di “Santa Maria Maggiore”. "Il percorso, lungo 20 Km, fu diviso in due giornate, con la partenza, la sera del mercoledì, dalla chiesa di San Girolamo della Carità. Attraversato ponte San’Angelo si faceva visita ai malati dell’ospedale di Santo Spirito. Quindi il corteo si raccoglieva presso la basilica di San Pietro, prima tappa della visita. La mattina seguente, di buon’ora, l’appuntamento era nella basilica di San Paolo, da dove si percorreva la via ancora oggi chiamata delle Sette Chiese e si giungeva a San Sebastiano per partecipare alla Messa. Nei periodi di maggiore affluenza la celebrazione eucaristica ebbe luogo a Santo Stefano Rotondo sul Celio. Seguiva l’omelia di Filippo, o di altri religiosi, quindi la refezione. Nei primi anni si fermavano alla vigna Savelli, nei pressi della Caffarella. Col tempo divenne abituale la fermata al giardino Mattei, in quella che oggi si chiama Villa Celimontana. Poi si dirigevano verso la Scala Santa e San Giovanni in Laterano e proseguivano per Santa Croce in Gerusalemme. Attraverso Porta Maggiore il corteo usciva di nuovo dalla cinta muraria arrivando all’Agro Verano, dov’è la basilica di San Lorenzo. Rientrando infine in città il corteo volgeva all’ultima tappa dell’itinerario: Santa Maria Maggiore. Qui, dopo un ultimo raccoglimento, i partecipanti si congedavano intonando la Salve Regina.

powered by DOMUSMEDIA ę | All rights reserved